Diritti tv, stallo Lega. DAZN lascia il canale di SKY: ecco quando

0
185

L’immobilismo dei diritti tv preoccupa. A meno che non ci sia un piano che vada oltre il 29 marzo, termine delle ultime delle scadenze per accaparrarsi la Serie A, nel prossimo triennio: 2021-24.

Diritti Tv, Lega in stallo Adobe Stock)
Diritti Tv, Lega in stallo Adobe Stock)

Le offerte per i diritti tv sono lì, da un bel po’.  L’unica sottoposta a votazione, finora, è stata quella di DAZN: 840 milioni di euro a stagione, con il nuovo alleato forte, TIM, pronto a sostenere l’offerta del 40%, (circa 340 mln) fornendo un accordo di distribuzione di contenuti. Ma non è ancora passata, complice la spaccatura fra i club di Serie A.

Diritti tv, il piano di DAZN: calcio ma non solo

Serie A TIM (Adobe Stock)
Serie A TIM (Adobe Stock)

Atalanta, Fiorentina, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma e Udinese hanno detto sì. Ma il Cagliari, per esempio, ha scelto di non votare nell’ultima assemblea, scollegandosi dalla riunione. Benevento, Bologna, Crotone, Genoa, Roma, Sampdoria, Sassuolo, Spezia e Torino continuano ad astenersi.

LEGGI ANCHE >>> Samsung: roadmap scovata in rete, ora sappiamo quando uscirà S21 FE e non solo

L’offerta di SKY, il partner storico della Lega, quella che ha dato sempre maggiori garanzie, è di 750 milioni messi sul tavolo per aggiudicarsi le 10 partite (non in esclusiva), di cui mezzo miliardo (505 mln per l’esattezza) subito, entro tre giorni dall’assegnazione dei diritti tv. Ma il legale della Lega, Toffoletto, ha preso una decisione forte, chiedendo chiarimenti in quanto tale offerta sarebbe inammissibile.

LEGGI ANCHE >>> Attenzione ai file per Office: cresce l’utilizzo per la diffusione dei malware

Lo stallo, dunque, è servito. DAZN ha rinunciato alla Champions (per il prossimo triennio ancora su SKY), ma si sta muovendo non solo sul football, anche sui motori: ha ancora i diritti della MotoGp (Moto 2 e 3 comprese) per il Mondiale 2021. Considerando che Sky non ha al momento rinnovato il contratto in scadenza e chissà se lo farà, DAZN potrebbe rilevare tutti i diritti a partire dal 2022.

La conferma che DAZN si stia muovendo su più tavoli, arriva anche dalla Spagna, che ospiterà tutto il campionato mondiale di Formula Uno, mentre Sky Italia, invece, proseguirà di sicuro con la Formula Uno, di cui ha i diritti fino a tutto il 2022.

Intanto a giugno 2021, come da contratto, sarà spento il canale di Dazn su Sky acceso nel 2019, una bella fregatura per tutti gli abbonati che, ora, possono vedere DAZN in tv. Mai una gioia, almeno per il momento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here