Come non pagare il Canone RAI: la procedura da compiere prima del 20 agosto

0
201

Come non pagare il Canone RAI: tra le tasse più odiate dagli italiani figura senza alcun dubbio il bollo dell’auto e la cosiddetta “tassa per la detenzione di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive”. Ma c’è un modo per non pagarlo, e vi spieghiamo come fare. 

Canone RAI
Canone RAI

Ci sono pochi dubbi quando si parla di canone RAI. È storicamente una tassa particolarmente antipatica agli italiani, che da anni si ingegnano su come evitare il pagamento. Ovviamente la nostra è una guida legale ed ufficiale, condivisa dalla stessa emittente televisiva, volta ad alleggerire quei cittadini che rientrano nella specifica casistica.

Anzitutto il termine entro il quale è possibile richiedere l’esenzione dal pagamento del canone per il prossimo anno è stato prorogato al 20 agosto. Questo vuol dire che avrete ancora qualche giorno per organizzarvi e inviare la richiesta di esenzione. Di seguito vi riportiamo la procedura ufficiale per evitare il pagamento.

POTREBBE INTERESSARTI –> Il Canone RAI non si paga più: ritorno al passato e addio ad una delle più detestate tasse italiane

Come non pagare il canone RAI: ecco chi ne ha diritto

Imposta
Come non pagare il canone RAI (Foto di Nataliya Vaitkevich da Pexels)

Quello che per tanti è un sogno irrealizzabile riconducibile ad un ipotetico mondo utopistico, è in verità una possibilità concreta. Come detto, non per tutti, ma per alcuni cittadini che rientrano nella casistica a cui non viene richiesto il pagamento per diversi motivi. Di seguito i requisiti con i quali è possibile richiedere l’elezione al canone RAI:

  • soggetti con un’età di 75 anni o superiore entro il 31 luglio di ogni anno;
  • coloro che hanno un reddito annuo inferiore o uguale a 8.000 euro. Ricordiamo che fa somma anche il reddito del coniuge;
  • non convivere con soggetti titolari di un reddito pro capite, fatta eccezione di badanti, colf e collaboratori domestici;
  • per tutti coloro di cui sopra, si può fare richiesta di esenzione solo se si possiede uno o più televisori nella stessa abitazione di residenza;
  • chi non ha televisioni o dispositivi quali PC, tablet o smartphone che hanno un sintonizzatore del segnale digitale terrestre;
  • diplomatici o militari stranieri.

POTREBBE INTERESSARTI –> Il timelaps dell’aurora boreale vista dallo Spazio è un qualcosa da perderci il fiato – [VIDEO]

Come anticipato la richiesta è stata prorogata dall’iniziale 31 luglio 2021 al 20 agosto 2021. Per tutti coloro i quali rientrano in una delle categorie sopra elencate, è possibile inviare la richiesta di esenzione scaricando il modulo nella pagina dedicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here