Huawei e il risparmio energetico come priorità

0
182

Huawei all’Enterprise Day 2021 ha presentato la strategia, i prodotti e i servizi pensati per la trasformazione digitale delle aziende in chiave risparmio energetico.

Huawei Headquarter (Adobe Stock)
Huawei (Adobe Stock)

Si tratta di un evento organizzato a Villa Erba, sul lago di Como, dove è stato anche ufficialmente presentato Wilsons Wang, il nuovo CEO di Huawei Enterprise Italia. Il convegno, dal titolo “Unlock the future” ha voluto sottolineare l’impegno della casa asiatica verso le sfide dei prossimi anni, soprattutto alla luce del cambio sociale, politico ed economico dettato dalla pandemia.

Il Covid ha mutato le prospettive dei singoli e delle aziende, rivoluzionando abitudini consolidate e facendo emergere nuove necessità. Huawei ha un ruolo molto importante nell’ITC aziendale per tutte le soluzioni che è in grado di offrire, soprattutto come abilitatore tecnologico. Il vero filo conduttore, che poi è anche la sfida per l’immediato futuro, è la particolare attenzione al consumo energetico. Gli obiettivi dei prossimi anni, del resto, sono delineati. L’Europa vuole diminuire la produzione di CO2 del 50% entro il 2030 e diventare “Carbon neutral” entro il 2050. Ma anche la Cop26 in programma a novembre a Glasgow dovrà rafforzare gli accordi di Parigi del 2015. Il concetto di lotta al cambiamento climatico si deve sposare con un particolare attenzione all’ottimizzazione dei consumi, sia in ambito privato che nelle aziende, che siano piccole, medie o grandi.

Non solo i prodotti sono ingegnerizzati per consumare meno energia, ma si lavora già dal design delle soluzioni affinché siano intrinsecamente performanti da un punto di vista energetico. Un esempio sono i data center modulari che sono pensati per occupare meno spazio possibile, così da poter gestire il condizionamento dell’aria solo dello spazio effettivamente occupato dai rack e non di un locale più ampio, dove normalmente vengono trovano spazio i rack.

Huawei punta tutto sul risparmio energetico: ecco le soluzioni per il prossimo futuro

LEGGI ANCHE: Electronic Arts ripensa alla FIFA: potrebbe essere sostituita in futuro

Uno degli aspetti su cui si sta concentrando Huwei è quello dei data center modulari, così da ottimizzare lo spazio e gestire meglio il condizionamento, vista l’enorme quantità di calore. C’è poi la tecnologia di interconnessione ottica degli edifici, per portare i cavi in fibra ottica fino alle scrivanie degli utenti, così da abbattere il consumo di energia elettrica.

LEGGI ANCHE: Cos’è questo corpo celeste che viaggia nel nostro Sistema? Potrebbe spiegare anche la nostra origine

Il gigante cinese conferma il suo stato di crescita mondiale. Nel 2020 il fatturato si a 136,6 miliardi di dollari, registrando una crescita del 3,8% rispetto all’anno precedente e una crescita media degli ultimi anni (CAGR) che si è attestata al 14,3%. Anche il profitto è cresciuto in proporzione, arrivando a 9,9 miliardi di dollari, con una crescita del 3,2% e CAGR di 14,9%. Si assiste invece a un netto calo del cash flow operativo, che scende da 14,1 miliardi di dollari nel 2019 a 5,4 nel 2020.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here