Nuovo iPhone SE 5G: nuovi eccitanti rumors ci anticipano come sarà

0
185

La rinnovata versione del melafonino più compatto e economico porterebbe in dote il chip A15 e il modulo 5G.

iPhone SE senza notch
Il concept di iPhone SE 2023

Altro che addio, Apple conferma e rilancia l’iPhone SE, il modello più economico tra gli smartphone della mela. Non sembrava aver raccolto un successo pari ai suoi fratelli maggiori, ma in realtà è andato molto meglio, ad esempio, degli iPhone Mini. Quindi la nuova versione si farà, naturalmente con qualche differenze rispetto alla 13ma edizione, presentata a settembre.

I compromessi sono da ritrovare nel design, che sarà simile alla versione “low cost” precedente, ma il suo cuore dovrebbe essere sostituito e contenere il nuovo chip A15 Bionic, con tanto di supporto alla rete 5G.

Riavvolgiamo il nastro: la prima versione dell’SE è stata presentata nel 2016, nascendo sulla base dell’iPhone 5S, mentre il suo successore, la versione SE 2020, deriva dagli iPhone 8. Oggi, in previsione della nuova generazione, il leaker giapponese Mac Otakara, conferma la scocca attuale, quindi con un display retina da 4,7 pollici con risoluzione HD con le tradizionali cornici. Rimane il tasto home con il consueto TouchID per l’impronta digitale.

Nuovo iPhone SE con il chipset A15 BioniciPhone SE (Foto Apple)

LEGGI ANCHE: Davvero conviene comprare un 5G? Ecco l’attuale copertura

Rispetto dunque al precedente modello il salto di potenza è netto e punta decisamente al massimo. Si tratta infatti dello stesso chip visto sugli iPhone 13, che alza ulteriormente la potenza gestendo in maniera più accurata i consumi. Il reparto connettività utilizza il modem Qualcomm Snapdragon X60 5G, ma per il resto ad oggi non si hanno ulteriori notizie sul lato hardware. Sempre secondo Mac Otakara, il terzo iPhone low cost dovrebbe iniziare la fase produttiva per il prossimo dicembre ed essere messo in vendita a primavera 2022.

LEGGI ANCHE: Esplosione Solare, in arrivo nuova tempesta geomagnetica: probabili disservizi sulle comunicazioni

Una scelta del design così vecchia nasce da diverse motivazioni. La prima è sicuramente di origine economica, perché permette di usare la stessa vecchia linea produttiva dell’iPhone 8, mentre la seconda è data dalla volonta di non sovrapporre il modello a quelli di punta, così da intercettare una fascia di acquisto diversa. Del resto anche  i prezzi saranno più che calmierati, visto che si parla di 499 euro, quasi la metà in meno al nuovo gioiello Apple messo in vendita in Italia a partire dal 24 settembre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here