Tutti contro GTA: The Trilogy, mossa di marketing o remastered sbagliate?

0
138

Quel che è certo, è che la GTA: The Trilogy non figura tra le produzioni meglio riuscite in casa Rockstar Games. Cos’è andato storto nel lavoro della casa di sviluppo statunitense?

Grand Theft Auto: The Trilogy – Computermagazine.it 

Annunciata poche settimane fa ed oggi disponibile, la trilogia rimasterizzata dei Grand Theft Auto più popolari ed apprezzati di tutti i tempi sembra essere definitivamente un fiasco. Ogni tanto sbagliano anche i migliori e, da questi errori, si spera di poter imparare per il futuro. Un errore che prende il nome di GTA: The Trilogy, ultimo lavoro “mastodontico” di Rockstar Games, che ha visto gli sviluppatori alle prese con non uno, non due, ma ben tre remaster.

Tre GTA, tre capolavori che hanno riscritto la storia, nel bene ed ora… nel male

GTA San Andreas non morirà mai
GTA San Andreas

I titoli coinvolti sono GTA III, GTA: Vice City e GTA: San Andreas, usciti tutti a cavallo tra il 2001 ed il 2004 su console di allora – PlayStation 2 e Xbox. La scelta di Rockstar Games era di festeggiare il ventennale dall’arrivo sugli scaffali del primo GTA in 3D ma, a quanto pare, festa rimandata a data da destinarsi. Claude, Tommy e CJ non hanno saputo soddisfare appieno le grandi esigenze di un pubblico divenuto nel corso degli anni sempre più esigente.

POTREBBE INTERESSARTI –> Per GTA 6 ingaggiato un Big del Rap USA al lavoro sulla soundtrack

Insomma, nonostante la base su cui sono stati “ricreati” i titoli originali fosse – è – di tutto rispetto, il risultato, oggi, nel 2021, non è assolutamente convincente e sufficiente. Un’opera d’arte rovinata da imprecisioni, bug che, in qualche modo, non rendono giustizia a tre capolavori in grado di riscrivere non solo un genere, ma l’intera storia dei videogiochi all’epoca in cui uscirono.

Un remaster fatto a metà

GTA, rinnovamento profondo (Adobe Stock)
GTA Vice City (Adobe Stock)

Quel che l’utenza si aspettava di vedere era un lavoro certosino, fatto con tutti i sacri crismi e che desse, effettivamente, nuovo lustro a tre titoli che giocati oggi risultano obsoleti. Ciò non è stato fatto, o meglio, è stato fatto a metà, dando la sensazione di non essercisi impegnati abbastanza. Ma, effettivamente, aver fatto il minimo indispensabile non curandosi di evidenti problemi e mancanze sotto il profilo tecnico e non solo.

POTREBBE INTERESSARTI –> WhatsApp ha un trucco geniale per bloccare chi ci molesta, senza che se ne accorga

Il futuro è tutto da scoprire

In conclusione, quel che ci sentiamo di dire è che GTA: The Trilogy risulta più come un’occasione sprecata, anziché una degna rappresentazione di ciò che erano e hanno saputo fare tre titoli a vent’anni di distanza. Che il supporto post lancio possa migliorare la situazione è fuori dubbio, ma quanto effettivamente potrà fare? Ad oggi, di miracoli con bug fixes ed update ne abbiamo visti ben pochi, ma mai dire mai.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here