“Il tuo conto è stato sospeso”, la nuova truffa con le PostePay nel mirino

0
299

C’è una nuova truffa circolante nel web in questi ultimi giorni, e i destinatari sono coloro, tantissimi, che hanno un conto PostePay, la famosa carta di credito ricaricabile di Poste Italiane, molto utile soprattutto per effettuare acquisti online.

PosteCasa, la nuova offerta di postepay per tutto settembre (Adobe Stock)
PosteCasa, la nuova offerta di postepay per tutto settembre (Adobe Stock)

Con l’avvicinarsi imminente del Black Friday 2021 (cadrà infatti domani venerdì 26 novembre), subire un danno alla propria PostePay potrebbe essere alquanto fastidioso, di conseguenza vi spieghiamo nel dettaglio questa nuova truffa, invitandovi a fare molta attenzione. Il raggiro avviene in questo caso via e-mail, e il destinatario riceva appunto una posta elettronica in cui si legge “Il tuo conto è stato sospeso”.

PosteCasa di Postepay, Fibra fino a 1Gigabit/s e con la rete 4G il WiFi (Adobe Stock)
PosteCasa di Postepay, Fibra fino a 1Gigabit/s e con la rete 4G il WiFi (Adobe Stock)

POSTEPAY, L’ULTIMA TRUFFA VIA EMAIL: ECCO COSA FARE IN CASO DI RAGGIRO

POTREBBE INTERESSARTITruffa della PostePay: con un addebito non autorizzato te la svuotano in un attimo

Si tratta del classico attacco di phishing, ovvero, che mira a far abboccare all’amo il pesce, in questo caso, l’utente medio che ignaro pensa di essere realmente di fronte ad un’email di PostePay, e che il suo conto sia stato effettivamente bloccato. In realtà si tratta di una finta email ufficiale, il tutto architettato da una serie di criminali della rete che puntano ad estorcere informazioni sensibili, a cominciare dai preziosissimi codici di accesso allo stesso conto di PostePay, di modo poi da svuotare lo stesso. Nel messaggio si fa sapere appunto che il conto è sospeso in quanto l’utente avrebbe ignorato la precedente richiesta di confermare la propria identità. Dopo di che viene chiesto allo stesso utente di confermare le informazioni rilasciate al momento della registrazione, di modo da poter tornare ad utilizzare la propria carta Postepay/Conto Bancoposta. Il passaggio successivo consiste nel cliccare su un link allegato alla stessa email e che rimanda alla sezione del sito dove si effettuano le verifiche. Verrà poi richiesto di cliccare su “Accedi ai servizi online”, e l’attacco sarà compiuto.

POTREBBE INTERESSARTIPostePay, attenzione alla nuova truffa, è un raggiro pazzesco che svuota le tasche

Come fare per rimediare? La prima cosa da fare è bloccare subito la carta Postepay chiamando il numero verde 800.003.322 oppure (dall’estero) il numero +39.02.82.44.33.33. Dopo di che conviene verificare la lista dei movimenti, di modo da individuare eventuale spese sospette e fare denuncia alla polizia postale o alle forze dell’ordine, allegando anche copia degli addebiti fraudolenti. Inoltre, bisogna anche rivolgersi a Poste Italiane, compilando il modulo di contestazione addebito servizi da inviare tramite posta elettronica ordinaria o PEC a reclami.postepay@pec.posteitaliane.it o tramite raccomandata. Il nostro consiglio, come vi diciamo spesso e volentieri, è quello di effettuare un giro in rete se avete il sospetto che qualcosa non vi torna: nella stragrande maggioranza dei casi, digitando poche parole chiave, troverete le risposte alle vostre domande, e soprattutto, eviterete che il vostro conto postale finisca prosciugato nel giro di poche ore, senza che voi ve ne accorgeste.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here