La NASA ha registrato l’incredibile “rumore” dalla luna di Giove: ascoltalo e percepirai com’è il futuro

0
485

La Nasa, l’agenzia spaziale degli Stati Uniti, ha registrato un rumore davvero incredibile, proveniente niente di meno che dall’affascinante pianeta Giove e dalla sua Luna.

Luna Ganimede, Giove, 21/12/2021 - Computermagazine.it
Luna Ganimede, Giove, 21/12/2021 – Computermagazine.it

In totale, come potete notare dal video che trovate pubblicato su questa pagina, si tratta di un suono della durata di circa 50 secondi, che è stato captato dagli scienziati a stelle e strisce durante il sorvolo ravvicinato della sonda Juno, lanciata nello spazio esattamente 10 anni fa, nel 2011, per studiare il campo magnetico proprio di Giove.

CATTURATO 50 SECONDI DI “RUMORE” DELLA LUNA DI GIOVE GANIMIDE

POTREBBE INTERESSARTILa sonda Juno “spoglia” Giove: ecco com’è fatto e cosa c’è sotto la sua atmosfera

In occasione di un volo ravvicinato di una della quattro sue lune, leggasi Ganimede, avvenuto l’estate scorsa, precisamente il 7 giugno del 2021, è stato appunto registrato il suono, che è stato ottenuto trasferendo le frequenze elettriche e magnetiche nella gamma di frequenze udibili dall’orecchio umano. Scott Bolton, uno dei responsabili della missione Juno, ha commentato entusiasta: “Questo suono è abbastanza incredibile, ti fa sentire come a bordo di Juno mentre supera Ganimede per la prima volta in più di due decenni”, quindi ha aggiunto: “Se ascoltate attentamente, potete sentire il brusco cambiamento verso frequenze più alte intorno a metà della registrazione, che documenta il passaggio a una regione diversa nella magnetosfera di Ganimede”. La notizia è stata ovviamente ripresa dai principali organi di informazione mondiali, a cominciare dall’autorevole quotidiano Washington Post, che ha appunto sottolineato l’audio diffuso lo scorso 17 dicembre dalla Nasa, commentando che lo stesso assomiglia a quello emesso da R2-D2. Se vi stiate chiedendo cosa significhi questa sigla, stiamo parlando semplicemente del popolare droide color bianco, argento e blu, presente nella saga cinematografica di Star Wars.

POTREBBE INTERESSARTIVenere e Giove sono stupendi in questo mese: ecco come vederli al meglio

Al momento sono in corso tutte le analisi dettagliate e la modellazione dei dati emersi, e stando a quanto affermato da William Kurth, professore dell’Università dello Iowa, è possibile che il cambiamento nella frequenza dopo il punto massimo di avvicinamento, sia dovuto al passaggio dal lato notturno a quello diurno della luna Ganimede. Al momento del sorvolo di Juno più vicino a Giove la distanza era di 1.038 chilometri dalla superficie lunare e la velocità relativa era di 67mila chilometri per ogni ora. La traccia audio è stata raccolta attraverso lo strumento Waves, che significa onde, e che è stato progettato appositamente per rilevare frequenze radio e i campi magnetici prodotti nella magnetosfera di Giove. Una scoperta davvero affascinante così come sono quelle emerse negli ultimi anni, con la ripresa massiccia delle missioni spaziali all’esplorazione di mondi a noi molto lontani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here