Gibbon: Beyond the Trees, il gioco che ci insegna la felice e dura vita dei primati tra liane e cacciatori

0
355

Illustrazioni da Oscar e contenuti super interessanti. Il nuovo gioco Gibbon: Beyond the Trees vi catapulterà in un’avventura ecologica completamente disegnata a mano.

Gibbon: beyond the trees – Computermagazine.it

L’attenzione per le tematiche eco-sostenibili e per i cambiamenti climatici si fanno sempre più presenti nei dibattiti di tutti i giorni. Proprio per questo serie tv, programmi e addirittura giochi, avvertono la necessità di sensibilizzare su questo tema per far comprendere quanto il nostro mondo stia cambiando, e come questo cambiamento sia prevalentemente negativo. Gibbon: Beyond the Trees nasce con questa missione precisa, è forse grazie al gioco che possiamo entrare nell’ottica di una maggiore consapevolezza sul futuro del pianeta Terra.

Gibbon: Beyond the Trees, la storia

Il gioco segue le avventure di una famiglia di Gibboni smarriti in cerca della strada di casa. Durante le loro avventure, la famiglia percorre verdi foreste con alberi rigogliosi che, con l’avanzare del percorso, si assottigliano sempre di più, perdendo il loro colore naturale. La natura sullo sfondo inizia a cambiare, a mostrare i primi segni della manomissione umana e e il cielo inizia a scurirsi. Gli alberi scarseggiano sempre di più trasformandosi in pennacchi di fumo e i partecipanti del gioco si ritrovano a dover correre sul suolo che è molto più pericoloso. Case, pali elettrici e centrali iniziano a sostituire la flora e i giocatori inizieranno a rendersi conto delle difficoltà che queste creature stanno affrontando con i cambiamenti climatici. 

Grafica avvincente in 2D – Computermagazine.it

Modalità storia e modalità senza fine

Innanzitutto a stupire sicuramente sarà la grafica. Il gioco è interamente disegnato a mano e con un’animazione in 2D. Tutta la grafica è stata pensata proprio per creare un gioco di contrapposizioni e mostrare, nella prima parte, colori luminosi e vivaci che mettono in risalto le grandezze della natura. Nella seconda parte, colori scuri e cupi per enfatizzare la crisi climatica e la progressiva distruzione dell’ambiente. Per quanto riguarda il gameplay, possiamo dire che vengono preferite meccaniche molto semplici. I movimenti che i gibboni potranno effettuare sui rami e sul suolo ricordano quasi quelli del famoso gioco d’avventura Temple Run. Un tocco lungo per oscillare tra i rami, pressioni prolungate per scivolare attraverso tettoie o il terreno. Il gioco si avvale sia della modalità storia che una senza fine che permette di apprezzare, dopo aver terminato la storia, le animazioni e la grafica del gioco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here