Truffa della finta Assistenza Apple: ecco come capire se ci stanno cercando di catturare!

0
306

State molto attenti perché, voi, potreste essere le prossime vittime di questo sistema alquanto pericoloso; la truffa rivolta a coloro che utilizzano i prodotti di Apple pare che sia ben congegnata, probabilmente molto più di altre. Come funziona?

Truffa della finta Assistenza Apple: ecco come capire se ci stanno cercando di catturare!
Come succede ad ogni grande azienda, alcuni ne approfittano per truffare le persone inconsci del fatto che danneggino sia la società che la vittima – Computermagazine.it

La notizia è stata riportata da 9to5Mac e The Denver Channel, in cui viene detto che una donna ha perso 1.500 dollari negli Stati Uniti poiché le sono stati sottratti da alcuni hacker. La vicenda ha rapidamente fatto il giro del Web e un semplice “blocco” dell’iPhone è alla base del tutto: infatti, non riuscendo più a sbloccare il dispositivo, ha effettuato una classica ricerca su Google allo scopo di trovare assistenza, finendo però vittima di una truffa.

Per ironia della sorte ha chiamato esattamente il primo numero del supporto trovato nel browser, inconscia del fatto che non fossero gli assistenti della casa di Cupertino. In seguito i malintenzionati, dopo aver ottenuto i suoi dati sensibili, sono entrati nell’account Zelle – servizio americano per trasferire e ricevere soldi -, hanno effettuato tre trasferimenti in pochi minuti, per un totale di 1.500 dollari.

La banale truffa a cui, però, potremmo essere soggetti senza volerlo

Truffa della finta Assistenza Apple: ecco come capire se ci stanno cercando di catturare!
Bisogna stare attenti a queste spiacevoli vicende – Computermagazine.it

Ma da questa lezione che cosa è possibile imparare? Beh, innanzitutto ad essere molto più prudenti sia a cosa cerchiamo che a chi diamo le nostre informazioni personali: dobbiamo sempre tenere in considerazione il sito Web che visitiamo prima di effettuare una qualunque tipo di chiamata. Infatti, dobbiamo costatare che la piattaforma appartieni effettivamente alla società.

Un altro aspetto da non dimenticare è proprio quello di non acconsentire a richieste strane, come anche non fornire informazioni private. Se riceviamo chiamate non volute da parte di un servizio di supporto, dobbiamo riagganciare subito: con molta probabilità si tratta di malintenzionati che vogliono soltanto fregarci. Inoltre, se in qualche tipo di comunicazione ci sono errori grammaticali, è quasi sicuro che sia falsa.

Per quanto riguarda il resto, nel caso di strane e-mail ricevute, non bisogna mai aprire mai allegati e link; piuttosto sarebbe meglio informarsi al meglio in modo tale da poter capire con chi abbiamo a che fare. La realtà, a volte, non è così piacevole da affrontare, dunque dobbiamo accettare il fatto che esistano queste situazioni e prevenirle prima che accadano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here