Aggiornamenti Android, quale azienda offre il servizio migliore?

0
154

Il portale GizChina compara 13 tra le aziende di telefonia più importanti sul mercato asiatico ed occidentale per scoprire quali siano le più attive sul versante degli aggiornamenti Android: vediamo quali sono state individuate come le più assidue nel rilasciare nuove versioni del sistema operativo più diffuso al mondo.

Aggiornamenti Android ComputerMagazine.it 19 Luglio 2022
Oppo garantisce 3 anni di aggiornamenti per i modelli di punta – ComputerMagazine.it

Il periodo di riferimento considerato va dal 2017 al 2021 e, dunque, nello specifico dei sistemi operativi da Android 6 Marshmallow ad Android 12. E la domanda che si è posta il portale di tecnologia specializzato in dispositivi cinesi GizChina è: quali sono le aziende al mondo che garantiscono maggior frequenza negli aggiornamenti?

Sono 13 le aziende messe a confronto, la maggior parte provenienti dal mercato asiatico ma anche alcuni colossi del mercato occidentale, e di questi si sono valutati gli aggiornamenti relativi esclusivamente alla versione Android, tralasciando le interfacce proprietarie come MIUI ed OxygenOS.

Prima di cominciare a parlare di classifica, GizChina premette che, nel mare magnum di modelli che popolano il settore a livello planetario, non è stato chiaramente possibile includerli tutti, soprattutto quelli presenti in aree geografiche assai ristrette, ma anche quelli a bassa diffusione, che dunque sono stati esclusi a priori dall’indagine.

Flagship, mid-range ed entry-level: ecco alcuni dei brand più attivi

Frequenza Aggiornamenti Android ComputerMagazine.it 19 Luglio 2022
Xiaomi garantisce la frequenza di 2 major update per i top di gamma – ComputerMagazine.it

Tra le aziende senz’altro degne di nota, posto di rilievo lo occupa senza dubbio Xiaomi, con una frequenza di aggiornamenti assicurata di 2 major update dedicate alle fascie premium e medio-alte, con prestazioni assai migliorate soprattutto a partire dall’ingresso del brand nel mercato occidentale.

OnePlus, invece, ha mostrato di aver puntato su una modifica della politica degli aggiornamenti vincente, impegnandosi a garantire un major update per i modelli di fascia medio/bassa, 2 per i modelli di fascia medio/alta e 3 per i modelli premium e top di gamma.

Chiudiamo con OPPO che, similmente a OnePlus, da quando è tornata ad affacciarsi al mercato occidentale ha via via aumentato gli sforzi per migliorare ed adeguare la sua politica di aggiornamento, garantendo 3 anni di aggiornamenti per i modelli di punta ma di sostenere sempre di più anche i modelli di fascia medio-bassa.

 

🔴 FONTE: gizchina.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here