Alcool test: tra poco sarà veramente obbligatorio per guidare anche il monopattino?

0
188

E’ stata la startup della micromobilità Bolt a suggerire l’introduzione del test che rende lo sblocco del monopattino possibile solo in caso di superamento di una prova-quiz. In caso contrario: niente mezzo ed anche un rimprovero per responsabilizzare riguardo alla sicurezza stradale. Scopriamo i dettagli.

Nuovo Bolt Alcol Test ComputerMagazine.it 5 Settembre 2022
L’alcool test di Bolt per ora è attivo solo il Venerdì ed il Sabato dalla mezzanotte alle 4 del mattino – ComputerMagazine.it

Sono circa 100 milioni gli utenti sparsi in 45 Paesi ed in 500 città europee ed africane che utilizzano i servizi della startup di micromobilità Bolt, dedicati al trasporto in condivisione tra cui quello delle due mini-ruote dei monopattini. Ed ora un “aggiornamento” davvero unico nel settore si appresta a trasformare le loro esperienze di abbonamento ed utilizzo dei mezzi.

Si tratta infatti dell’introduzione di un test in fase di sblocco del monopattino che ha l’obiettivo di accertarsi delle capacità di reazione dei loro autisti. Scansionando il QR Code ecco che, invece di vedersi immediatamente sbloccato il mezzo, comincia una prova-quiz che richiede di riconoscere immagini casuali nel più breve tempo possibile.

Nel caso di superamento del test, il sistema ritiene quindi che i tempi di reazione possano garantire una guida sicura e, dunque, consente il noleggio del monopattino. In caso contrario, il noleggio viene inibito. Ed oltre a non poter utilizzare il mezzo, l’utente vedrà comparire anche consigli per la guida sicura, volti a responsabilizzare i guidatori riguardo alla sicurezza stradale.

Quando è attivo il test e le considerazioni della compagnia a riguardo

Bolt Alcol Test ComputerMagazine.it 5 Settembre 2022
Se non si supera il test, il monopattino non viene sbloccato – ComputerMagazine.it

Per il momento, Bolt ha attivato il test solo il Venerdì ed il Sabato, negli orari tra la mezzanotte e le quattro del mattino. L’intento è quello di far fede ad uno dei principi guida della compagnia, ovvero di garantire la massima sicurezza stradale possibile, sensibilizzando gli utenti ad un uso responsabile dei mezzi.

Sul sito ufficiale, infatti, è possibile anche partecipare ad una sorta di vera e propria scuola guida per monopattini, imparando regole ed ascoltando consigli di utilizzo tanto per preservare la propria incolumità personale quanto per rispettare e garantire quella altrui.

Ad oggi Bolt dichiara che la media di incidenti del proprio intero parco mezzi è pari ad un sinistro ogni 80.000 chilometri. “Questo – ha spiegato un portavoce dell’azienda – ci rende uno degli operatori di monopattini più sicuri al mondo”.

 

🔴 FONTE: www.repubblica.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here