Con gli One Republic cambia tutto, primi ad accettare pagamenti in Bitcoin per gli eventi

0
459

La famosa band statunitense “One Republic” ha organizzato un evento rivoluzionario per il mondo della musica.

OneRepublic è diventata la prima band statunitense di una certa notorietà e successo ad accettare la criptovaluta come forma di pagamento. Il gruppo, originario di Colorado Springs, si è esibito alla Haydn Hall a Vienna, come riportato dall’Ansa, e per il concerto ha usato una app con pagamento in bitcoin.

Ryan Tedder, il frontman della band ha dichiarato: “Il mio gruppo ed io siamo felici di essere parte di qualcosa in cui crediamo sia senza dubbio il futuro di come i pagamenti saranno trattati per importi illimitati di asset, esibizioni, servizi, acquisti, musica, nel mondo”. Tedder ha inoltre aggiunto che intende essere pagato in bitcoin per un concerto privato che terrà il prossimo mese di dicembre.

OneRepublic, la passione per Bitcoin e NFT del frontman Tedder

Criptovaluta (Adobe Stock)
Criptovaluta (Adobe Stock)

LEGGI ANCHE: WhatsApp e gli sticker personalizzati: ora li crei direttamente dal Web

Il concerto viennese ha esaurito i posti in pochissimo tempo. Lo stesso Tedder ha fatto sapere che si esibirà per un altro show nel mese di dicembre e sarà sempre pagato solo in Bitcoin.

Non è solo il mondo delle criptovalute ad affascinare il frontman della band, ma come molti sanno, da una precedente collaborazione con l’artista svizzero Graffitipop Bustart (noto autore di graffiti europeo) ha creato una sua collezione personale di NFT intitolata “Cartoon Collection Series One”.

L’idea gli è venuta, e l’ha condivisa, pensando alla sua felicità di bambino quando la mattina prima di andare a scuola guardava i cartoni animati. Gli OneRepublic hanno vinto molti premi e venduto quasi 500 milioni di dischi in tutto il mondo. Sono diverse le interviste rilasciate da Tedder sulla sua passione per il metaverso e per i Non Fungible Token (NFT).

LEGGI ANCHE: Super Green Pass: che cos’è, come di genera e quando entrerà in vigore

Il frontman ha spiegato la sua trasformazione: “La mia band e io siamo così felici di far parte di qualcosa che crediamo sia, senza dubbio, il futuro di come vengono effettuati i pagamenti per quantità illimitate di beni, spettacoli, servizi, acquisti, musica, ecc. In tutto il mondo. Che si tratti di artisti che utilizzano NFT per finanziare album con i loro fan o di band pagate per concerti in crypto, musica e tecnologia vanno di pari passo. Con questo in mente, aveva senso per noi fare il primo passo logico in questo senso. Ho anche un altro concerto privato a dicembre e per il quale ho intenzione di essere pagato in Bitcoin”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here