Netflix, arriva l’abbonamento “low cost” che includerà le pubblicità di Google

0
218

Dopo il recente calo di abbonamenti, Netflix pensa a differenziare il modello di business aprendo a forme di sottoscrizione “low cost” con l’inserimento di pubblicità: possibile una collaborazione con il colosso di Mountain View. Ecco i dettagli. 

Netflix Ads ComputerMagazine.it 24 Giugno 2022
Netflix potrebbe proporre nuovi abbonamenti low cost inserendo pubblicità commerciali – ComputerMagazine.it

Integrare pubblicità per abbonamenti low cost: questa l’idea che Netflix pare seriamente intenzionata a considerare per espandere la platea di utenti del proprio servizio di streaming, aprendo le porte a nuovi potenziali sottoscrittori attraverso pacchetti economici sponsorizzati da compagnie operanti nel web. 

E tra i potenziali partner dell’operazione – con cui Ted Sarandos, amministratore delegato di Netflix, si è incontrato al Cannes Lions Festival per approfondire i dettagli, come confermato dall’emittente CNBC – uno tra tutti pare emergere con preponderanza: BigG, Google, il colosso di Mountain View. Ma anche Comcast/NBCUniversal e Roku.

L’intenzione della compagnia pare essere stata comunicata anche agli azionisti e, pur essendo l’attuale valutazione e trattativa ancora nel dietro le quinte, senza alcuna ufficializzazione emersa fino ad ora, si parla già di una possibile attivazione del nuovo servizio entro la fine di quest’anno.

Il “No Comment” di Netflix ed i potenziali partners in lizza

Abbonamenti Netflix Ads ComputerMagazine.it 24 Giugno 2022
Tra i potenziali partners dell’operazione, spicca il nome di Google – ComputerMagazine.it

Per il momento, da parte di Netflix è giunto un limbico e serafico “No Comment” alla richiesta di conferma delle intenzioni e delle operazioni effettuate dalla compagnia riguardo ai nuovi abbonamenti low cost. Il che, senz’altro, può significare che negoziazioni e trattative siano proprio in fase di discussione.

In quanto ai potenziali partners, Comcast/NBCUniversal e Roku garantirebbero fuor di ogni dubbio un’elevatissima competenza nell’ambito della distribuzione di contenuti televisivi insieme a spazi pubblicitari. Ma gli occhi sono tutti puntati sulla possibile collaborazione con Google, che sancirebbe un connubio tra due giganti dei rispettivi settori.

E, in quanto alla tendenza di valutare soluzioni simili per lo streaming, in modo da contrastare la dispersione di abbonati, oltre a Netflix è emerso anche il nome di Disney+. Dunque nuovi scenari saranno presto in arrivo per la distribuzione televisiva e cinematografica online.

 

🔴 FONTE: multiplayer.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here