Jack Daniel’s il marchio per eccellenza del whiskey sbarca nel Metaverso: ecco come berlo e quanto costa

0
242

Lo storico marchio Jack Daniel’s è stato registrato in NFT e nel Metaverso e, non appena la notizia si è diffusa, si sono rincorsi i rumors e le indiscrezioni riguardo ad un approdo imminente dell’azienda del whiskey del Tennessee più famoso al mondo all’interno della dimensione virtuale e parallela del metaverso. Scopriamo tutte le voci ed anticipazioni.

Jack Daniel's Metaverso ComputerMagazine.it 21 Settembre 2022
La Jack Daniel’s registra il suo marchio per il Metaverso – ComputerMagazine.it

Su un fatto non ci sono dubbi: il 13 Settembre scorso la Jack Daniel’s ha avanzato una richiesta di deposito e registrazione del suo storico marchio presso lo USPTO (ovvero lo United States Patent and Trademark Office). Il motivo: la vendita di file multimediali nel metaverso.

E quando Michael Kondoudis, avvocato statunitense specializzato in brevetti ed in marchi, ha reso pubblica la notizia sei giorni dopo, sul web sono rimbalzati rumors su rumors riguardo alle intenzioni della storica azienda del Tennessee di fare il suo ingresso nel metaverso, aprendo bar, pub e negozi di gadget di ogni genere.

I file multimediali relativi alla registrazione presso l’USPTO, effettivamente, si riferiscono a bevande, fornitura e mobilio per bar e pub, abbigliamento, memorabilia ed anche NFT facenti capo all’azienda. Dunque senz’altro qualcosa bolle in pentola e, trattandosi della Jack Daniel’s, le aspettative per gli appassionati del metaverso (e del whiskey) non possono che essere alle stelle.

Le reazioni dell’azienda ed i precedenti di “colleghi illustri”

Al momento la Jack Daniel’s non ha confermato né smentito la possibilità di un suo imminente approdo nel metaverso. Il primo passo, però, è stato compiuto e dunque, nel caso davvero le mire siano di popolare l’universo digitale per garantirsi spazi di promozione, commercializzazione e distribuzione, è assai probabile che l’azienda si trovi ora in fase di sviluppo dei suoi ambienti e prodotti virtuali.

Di recente, una “collega” illustre, ovvero lo storico e prestigioso brand di birre Heineken, ha creato l’Heineken Silver Metabar e, dopo essere sbarcata nel mondo virtuale con tanto di avatar di barman, buttafuori, DJ ed opinion leaders, ha poi realizzato in parallelo anche l’evento “reale” a Milano, con un palinsesto ricchissimo di ospiti e set.

Senz’altro, quindi, per il metaverso “il bello deve ancora venire”. E’ una realtà virtuale ancora, potremmo dire, ai suoi primi passi, ma il fervore e l’entusiasmo di sempre più aziende e colossi dell’industria di garantirsi spazi al suo interno rende l’idea del potenziale che il mondo del commercio attribuisce all’universo digitale.

 

🔴 FONTE: tech.everyeye.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here