Xbox lancia Cloud Gaming, la nuvola per giocare senza occupare la memoria di Xbox

0
168

Un novembre ricco di novità in casa Microsoft. Cloud Gaming arriva su console Xbox Series X|S e One, dando la possibilità ai giocatori di giocare senza intaccare minimamente la memoria delle console. 

Xbox Cloud Gaming
Xbox Cloud Gaming

Un mese ricco di novità, uscite e che preannuncia un futuro radioso per il mondo Xbox. Microsoft, dopo il grande successo di Forza Horizon 5, il multiplayer a sorpresa di Halo 5 che ne anticipa l’uscita a breve ed i festeggiamenti per i vent’anni del brand, è pronta a sganciare un’altra bomba in questo novembre 2021. Arriva Cloud Gaming, una nuova, interessantissima funzionalità che permetterà ai giocatori di sfruttare la nuvola senza intaccare minimamente lo spazio su console.

Hard disk salvi su Xbox Series X, S, ma anche sulle console di vecchia generazione, vale a dire One, One S e One X. Insomma una piccola grande rivoluzione nel mondo di Xbox, che ancora una volta spinge l’acceleratore sui servizi, il suo ecosistema nonché la sua incredibile infrastruttura. Diventa così ufficialmente disponibile per tutti gli abbonati al servizio Game Pass Ultimate il Cloud Gaming, che fino ad oggi era ad uso esclusivo di una ristretta cerchia di iscritti al programma insider tramite beta testing.

POTREBBE INTERESSARTI –> Xbox versione griffata: nel nome del padre, del figlio e della famiglia Gucci

xCloud diventa Cloud Gaming: streaming per tutti, senza più attese e giga occupati

Xbox (Adobe Stock)
Xbox (Adobe Stock)

Quel che fino a qualche giorno fa era conosciuto come xCloud, oggi diventa ufficialmente Cloud Gaming e permetterà ai giocatori di godersi le ultime uscite e l’intero catalogo del Game Pass sulla propria console senza occupare un singolo kilobyte del proprio hard disk interno alla console. Ovviamente, come sempre in questi casi, il consiglio è quello di possedere una buona connessione – preferibilmente la 100 mega, o meglio – andando così a migliorare l’esperienza di gioco e ridurre la possibile latenza tra server ed il proprio salotto.

POTREBBE INTERESSARTI –> Huawei ha trovato il modo per vendere ancora negli USA: bando totalmente inutile?

Il servizio è partito ufficialmente nella giornata di ieri, mercoledì 17 novembre, in 25 Paesi compresa l’Italia, con un’introduzione graduale della funzione che si protrarrà per qualche settimana. Entro fine anno il servizio entrerà a pieno regime e consentirà a chiunque gli iscritti di cliccare sull’icona Xbox Cloud Gaming, presente in ogni gioco del catalogo, per vivere l’esperienza dello streaming senza grandi attese.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here