Prelievo Bancomat: ora si pagherà caro il ritiro dei contanti

0
621

A breve l’aumento del costo delle commissioni per i prelievi contanti agli ATM Bancomat.

Nuove strette sul prelievo Bancomat per il 2022 – Computermagazine.it

Che sia questo l’obiettivo per incentivare il pagamento attraverso metodi digitali? E’ da anni che il Governo si è lanciato in questa sfida: favorire i pagamenti con carta e far sparire il contante. L’esempio lampante è stato il Cashback di Stato, una misura che stabilisce un rimborso del 10% a favore dei consumatori su acquisti fatti con modalità elettronica nei negozi fisici. L’iniziativa parte proprio dalla lotta contro l’evasione fiscale. Infatti, privilegiando i pagamenti online, si rendono le azioni tracciabili. La commissione sul prelievo varierà a seconda della banca proprietaria dello sportello ATM. Pertanto, saremo a conoscenza del prezzo solo nel momento in cui si preleverà il denaro.

LEGGI ANCHE: Arriva Revolut per i soggiorni e hai subito il 10% in cashback sui viaggi

Quando sarà valida la nuova tassazione

Probabilmente, la stretta sul denaro contante si avrà all’inizio del nuovo anno. Anche se, la decisione ha avuto la meglio proprio per evitare l’evasione fiscale, non possiamo aspettarci che sia solo questo provvedimento a risolvere le cose. Non è detto, però, che i costi saranno più alti perché, come dicevamo prima, il costo della commissione dipende solo ed esclusivamente dalla filiale. Dovranno passare alcuni mesi affinché la proposta venga accettata. E’ importante verificare che non ci sia una concorrenza che andrebbe a discapito del cliente stesso. E’ probabile, inoltre che questa commissione sui prelievi sia valida non solo sui nuovi contratti ma anche sui vecchi che avevano prelievi gratuiti per qualsiasi somma. Prima che il nuovo sistema diventi operativo è necessario che il progetto venga approvato dall’Antitrust.

Nuovo obiettivo del governo: favorire pagamenti con carta contro l’evasione fiscale – Computermagazine.it

LEGGI ANCHE: Una carta di credito ai ragazzi per responsabilizzarli: ecco Flowe Junior

Il calo della soglia di pagamento in contanti

Altro provvedimento, oltre all’incremento della tassa di prelievo al Bancomat, è probabile che nei primi mesi del nuovo anno si abbassi anche la soglia di pagamento in contanti. Per spiegarlo con parole povere, tutti i pagamenti in contanti non dovranno superare la soglia del 999 euro (prima il limite era di 1999). Ciò significa che se dovrò acquistare una merce di valore superiore a 999 euro, non sarà possibile pagare in contanti, salvo se la mia decisione includesse il pagamento a rate. Superare il limite della somma, potrebbe portare a sanzioni molto alte che arriverebbero anche a migliaia di euro. Converrà pagare a rate oppure dividere i pagamenti metà in contanti e metà attraverso bonifici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here