Il giorno di Natale l’Italia non si ferma e lancia una nuova sonda in Antartide: ecco a cosa servirà

0
413

L’Italia ha intenzione di lanciare una nuova sonda in Antartide per portare avanti un progetto particolare e che non si vede tutti i giorni. Di cosa stiamo parlando?

Il giorno di Natale l'Italia non si ferma e lancia una nuova sonda in Antartide: ecco a cosa servirà
Il gruppo di scienziati in Antartide lavora senza sosta nonostante l’avvento delle festività – Computermagazine.it

I ricercatori in Antartide continuano imperterriti i loro studi anche a Natale e senza mai fermarsi un attimo. Non a caso, proprio il 25 dicembre, è stata lanciata una nuova attività per quanto riguarda le analisi scientifiche del Pnra, acronimo di Programma nazionale di ricerche in Antartide, finanziato dal Ministero Università e Ricerca gestito dall’Enea e dal Cnr.

LEGGI ANCHE: Stellar Pizza, fondata da tre ex di SpaceX: sforna pizze ogni 45 secondi grazie al suo cuoco robot

I 140 ricercatori hanno passato il Natale nelle tre basi di Mario Zucchelli, Concordia e Little Dome C ad oltre 15 mila chilometri da casa. Tra i ghiacci del Polo Sud è stato inizializzato un progetto fenomenale e che ci lascerà stupiti, ma di cosa si tratta?

La cena natalizia degli esperti

Il giorno di Natale l'Italia non si ferma e lancia una nuova sonda in Antartide: ecco a cosa servirà
Sono pochi coloro che decidono di passare il loro tempo in questo modo – Computermagazine.it

Nonostante le temperatura vadano al di sotto dello zero, la sonda-pallone è stata lanciata direttamente dall’Osservatorio meteo-climatologico dell’Enea, il cui obiettivo sarebbe quello di fornire un contributo alla comprensione dei cambiamenti climatici.

Per farlo dovranno iniziare uno studio della dinamica atmosferica del continente antartico e delle due variazioni su differenti scale temporali. Questo progetto sarà eseguito tutti i giorni, ma soltanto a Capodanno assumerà un significato davvero unico nel suo genere.

Verrà inaugurata una cerimonia per festeggiare il nuovo anno con un giro di boa della campagna estiva, e visto che in questi giorni si supera la metà del periodo di permanenza previsto, il gruppo rimarrà nella base di Concordia per proseguire le attività scientifiche e logistiche.

LEGGI ANCHE: Trucco per rendere la vecchia e rovinata Cover del nostro cellulare ancora brillante: ecco come poterla restaurare

Insomma, il Natale sarà festeggiato con grande creatività e inventiva da parte di Francesco Lubelli con la collaborazione di Vito Mollica ed Emanuele Puzo, il quale ha proposto un menù di tutto rispetto per la vigilia e il cenone. Primi piatti, fritti e tartine sono soltanto una parte di tutto quello che ci sarà dato che non mancherà davvero nulla, dunque si sentiranno esattamente come se fossero a casa. E anche se a volte sarà difficile cucinare per via della mancanza di alcuni cibi freschi e ben conservati, riusciranno comunque sia a dare vita a qualcosa di magnifico lo stesso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here